Moda&Mood


Migrazione Blog
28 gennaio 2010, 10:51
Filed under: blog, web | Tag: , , ,

Ci siamo trasferiti a questo indirizzo, clicca QUI.

Continuate a seguirci per rimanere sempre aggiornati sulle ultime curiosità su life style e tendenze di moda.

See you😀



Spumante e champagne, prove generali in vista del brindisi
29 dicembre 2009, 13:16
Filed under: cultura, eventi, food, lusso | Tag: , , , , ,

Spumante e champagne sono da sempre sinonimo di festa, allegria e brindisi. Ma perché aspettare solo le occasioni speciali per stappare una bottiglia? Questi nettari dagli aromi unici e inconfondibili possono essere portati a tavola sempre, per accompagnare piatti raffinati e deliziare i palati. E se la “vita è troppo breve per bere vini mediocri”, allora non resta che puntare al meglio. Jewel Jeroboam è la versione più glamour dello champagne realizzata in soli 10 esemplari su richiesta, impreziosito da più di 700 swarovski degradée. Si dice che nel mondo ogni due secondi si stappi una bottiglia di Champagne Moët & Chandon. La Maison, nata nel 1743, è la principale azienda mondiale dello Champagne: possiede più di 1500 acri di vitigni e produce annualmente più di 24 milioni di bottiglie. La punta di diamante della casa è senza dubbio il Dom Pérignon, prodotto esclusivamente durante gli anni migliori della vendemmia e la cui uva usata proviene dal raccolto dello stesso anno. La variante Rosè Vintage 1996, poi, è simbolo di qualità, esclusività e buon gusto. Louis Roederer rappresenta una delle poche cantine di vini rimaste, negli anni, di proprietà strettamente familiare. La perla dell’azienda? Il Cristal. Creato per lo Zar Alexander II nel 1876 e confezionato in bottiglie di cristallo, questo Champagne viene prodotto solo nelle migliori annate, secondo i test di verifica più rigorosi, basati su una drastica selezione che si applica all’annata, al cru, al villaggio, all’uva e ai vini. La versione Rosè del 2000, poi, è per intenditori, d’estrema eleganza e raffinatezza, oltre che un prodotto davvero esclusivo per la ridotta quantità prodotta. Il Ferrari nasce in alta collina, nei vigneti di proprietà della Famiglia Lunelli e in quelli dei contadini che da generazioni conferiscono le loro uve. Il fuoriclasse di questa casa – una delle più prestigiose in Italia e nel mondo – si chiama Giulio Ferrari. Uno Chardonnay allo stato puro, appagante e suggestivo, che arriva dal vigneto di proprietà di Maso Pianizza, nel comune di Trento. Dalla prima annata del 1972, questo frizzante rimanda ad aromi fruttati di rara intensità, con fragranze di vaniglia, miele di acacia e fieno maturo: in bocca, un sapore di impatto nobile e di notevole persistenza. Da sempre gli Spumanti Berlucchi sono stati apprezzati con prestigiosi riconoscimenti internazionali, a testimonianza della loro qualità top. Il Franciacorta ’61 Brut D.O.C.G., ad esempio, è un vino spumante di qualità prodotto in regione determinata, la Franciacorta, a Brescia. Le sue caratteristiche organolettiche sono: spuma soffice, colore giallo paglierino, profumo elegante e sapore di grande freschezza. Uno spumante di classe questo, consigliabile dall’aperitivo a tutto pasto, che esalta i sapori delle pietanze che accompagna. E poi ancora: Asti Martini, lo Scarlatto Brachetto d’Acqui Gangia, il Laurent-Perrier, il Krug, il Dom Ruinart, il Bellavista.

via menstyle



I Grandi Legni, archetipo dell’abitare
22 dicembre 2009, 13:40
Filed under: arredamento, design, lusso | Tag: , ,

Il design radicale torna sulle tracce degli archetipi. E lo fa con uno dei suoi esponenti di prim’ordine, Andrea Branzi, in mostra in questi giorni alla galleria Azzedine Alaïa di Parigi con “I Grandi Legni”, mobili-scultura, un po’ consolle, un po’ objet trouvè, un po’ icona brutalista di un abitare primitivo visto come conforto umanistico in grado di smorzare il conformismo della sfera dell’abitare. Sui pezzi, tutti ricavati montando perpendicolarmente grandi tronchi colorati, si innestano piccoli contenitori la cui anta raffigura i grandi classici della pittura del Trecento. La collezione, facile immaginarlo, è rigorosamente limited edition. Anche questo un ritorno all’archetipo?

via designerblog



Sarà il turchese il colore dell’anno 2010
21 dicembre 2009, 10:11
Filed under: curiosità, moda, tendenze | Tag: , , , ,

Le creature azzurre del film Avatar (in uscita in gennaio e candidato a diversi Golden Globes) sono una fortunata coincidenza. Il turchese, o meglio il 15-5519 Turquoise è candidato ad essere il colore dell’anno 2010. Pantone LLC, autorità mondiale nel colore e fornitore di standard professionali per il settore design, lo definisce una tinta invitante e luminosa che, combinando le qualità serene del blu e l’aspetto rinvigorente del verde, evoca pensieri tranquillizzanti, acque tropicali e dolce abbandono. Una via di fuga dalla quotidianità, ristabilendo contemporaneamente il senso di benessere individuale.In molte culture, il Turquoise occupa una posizione molto speciale nel mondo del colore”, spiega Helmut Eifert, Vice President Strategic Business Development Pantone e X-Rite, “Si pensa che sia un talismano protettivo, un colore di profonda compassione e rigenerazione, ed un colore di fede e verità, ispirato all’acqua e al cielo”. Per gli appassionati di moda, inoltre, il Turquoise si abbina con ogni altro colore dello spettro solare. Aggiunge uno tocco di vivacità ai colori neutrali e ai marroni, rinvigorendo i verdi e i rossi, ed è particolarmente trendy con i giallo-verdi. Data la sua versatilità, è un colore eccezionale, sia nelle occasioni eleganti e raffinate con un look in pura seta e gemme preziose ma anche nel casual con tessuti in cotone e tenute sportive. Per gli uomini può essere un’alternativa al rosa, tanto in voga per le cravatte. Il Turquoise è uno dei 3.000 colori disponibili all’interno della linea di colori di qualità superiore e eco-friendly di Pantone.

via megamodo



American fashion cookbook, le ricette degli stilisti
20 dicembre 2009, 10:06
Filed under: curiosità, food, moda | Tag: ,

Anche il cibo può essere alla moda“. A dichiararlo ufficialmente in un volume da collezione, è Diane Von Fustenberg, presidente del Council of Fashion Designers of America, che ogni anno assegna gli Oscar della Moda ai migliori talenti creativi del fashion system a stelle e strisce. In “American Fashion Cookbook”, pubblicato da Assoluline in collaborazione proprio con il CFDA, la celebre stilista raccomanda: «La Cucina è vecchia come il mondo, ma deve anche rimanere sempre moderna come la Moda». Ecco allora sfilare nelle 128 pagine del libro, ben 100 ricette e illustrazioni originali di altrettanti designers americani: dagli Spaghetti ai Funghi e Tartufo di Isaac Mizrahis, ai Pommes Toupinel consigliati da Carolina Herrera, fino alla Zuppa Calaloo raccomandata da John Varvados, e il Yellowtail Crudo preferito da Derek Lam, o l’Adults Only Chocolate Chip Cookies di cui è ghiotto Mark Eckos. A cura di Lisa Marsh, con una prefazione di Martha Stewart, “American Fashion Cookbook” è un volume elegante e divertente, colmo di colore, sapore e personalità, con i piatti preferiti dalla fashion communitys e le istruzioni per prepararli. Alla fine del libro ci sono anche questionari gastronomici a tema che possono essere compilati dai padroni di casa e dagli ospiti durante gli antipasti o i digestivi alla moda.

via luxuryonline



Auguri di Buon Natale e 1200 alberi in 4 mesi
19 dicembre 2009, 09:53
Filed under: design, eventi | Tag: , ,

Artista ispirata e veterinaria mancata, la finlandese Anne Paso disegna e produce biglietti e invenzioni di carta super eco e decorazioni per Natali inverosimili, senza sacrificare i pini. Ha 34 anni, abita nel nord della Finlandia, nel paesino di Kiiminki vicino alla città di Oulu: “Un luogo perfetto” dice “Silenzio, natura allo stato puro, foreste, scoiattoli e ottimi amici. Cerco di creare oggetti eco, che significa fatti con legno locale e carini abbastanza da suscitare tenerezza molto a lungo, così non saranno sostituiti e dureranno di più. Per ogni acquisto piantiamo un albero tramite la FinnChurhAid”. E a quanto pare fnora ne sono già stati piantati 1200 in quattro mesi.

via matteriashop



Etre Touchy, i guanti per sms e iPod
18 dicembre 2009, 10:00
Filed under: accessori, curiosità, tendenze | Tag: , ,

Essere multitasking oggi è necessario per la sopravvivenza. Quando è freddo, poi, bisogna ricorrere a misure drastiche… o almeno furbe. Per scrivere sms d’auguri o alzare il volume dell’iPod senza congelarvi, procuratevi i guanti Etre Touchy. Il 60% delle vostre mani resterà al caldo e senza far ricorso a nessun particolare strumento high-tech e high-priced. Quelli di Etre Touchy sono dei normalissimi guanti di lana con indice e pollice scoperti. Come ogni grande idea, tutto è nato per caso, durante una pausa caffè: una paio di guanti può costare anche solo 5 euro, ma tagliando due falangi, è possibile rivenderlo a 21, 99 euro. …Less is more!

via geek




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.