Moda&Mood


Maestrami Cerimonia: domenica 22 a Sfilate di abiti da sposa e sposo
19 novembre 2009, 11:56
Filed under: eventi, MAESTRAMI HOME PAGE, moda | Tag: , , ,

Gli ultimi modelli della linea Maestrami Cerimonia sono protagonisti a “Sfilate di abiti da sposa e sposo”. Entrare nell’atelier Emozioni Sposa vuol dire immergersi in un ambiente dove i protagonisti sono lei e il suo lui. Ambiente sereno e rilassato, personale preparato e attento a valorizzare la bellezza e la personalità del cliente dalla prima prova fino al giorno del sì, l’atelier di Montagnana (PD) organizza un evento speciale in più. Domenica 22 novembre, nella cornice della chiesa di San Benedetto, sfilano le migliori firme, tra cui gli ultimi modelli Maestrami. “Sfilate di abiti da sposa e sposo” si svolge lungo tutto il corso della giornata, dalle 10 del mattino alle 20. Ed è l’occasione per presentare dal vivo i modelli della Collezione 2010, gratuitamente e senza alcun impegno d’acquisto.

via maestrami

Annunci


Marry Me, collezioni Maestrami alla Fiera degli Sposi di Bolzano
15 novembre 2009, 09:37
Filed under: eventi, fiere, MAESTRAMI HOME PAGE, moda, viaggi | Tag: , , , , ,

marry meConfezioni Baratto, storico retailer delle collezioni Maestrami a Lavis, partecipa questo fine settimana alla terza edizione di Marry Me , il 14 e il 15 novembre, nel Castel Mareccio di Bolzano. Il programma della fiera degli sposi prevede una sfilata di moda domenica sera e premi in palio per i visitatori. Castel Mareccio offre una cornice suggestiva a 30 espositori, che  estendendosi su 3 piani espongono i loro prodotti e servizi inerenti alla giornata più bella della vita di una coppia. I visitatori possono toccare con mano, fissare appuntamenti, assaggiare piatti e stuzzichini, prendere parte al backstage di sfilate di moda e scegliere più chiaramente come organizzare il coronamento del proprio sogno. L’esposizione raggruppa in un solo posto diversi espositori di diverse categorie, fra i quali anche gli abiti da cerimonia firmati Maestrami, offrendo agli interessati preziosi consigli per la loro pianificazione, evitando così corse inutili.

via maestrami



Tendenze Matrimonio: foto sexy delle spose
2 settembre 2009, 14:00
Filed under: curiosità | Tag: , ,
For His Eyes Only

For His Eyes Only

For His Eyes Only” e’ un servizio davvero molto particolare, dedicato a tutte le coppie di sposi, che vogliono rendere particolare e di tendenza il loro matrimonio. Si tratta di un particolare servizio fotografico, che ritrae le future spose in pose sexy. Da mostrare solamente agli occhi del marito.

Il nome dice gia’ tutto: “solo per i suoi occhi“, sottointendendo che questi scattisexy, che ci mostrano il lato seduttivo e femminile delle future spose, sono riservati solamente ai futuri mariti. Niente proiezioni pubbliche insieme agli scatti del matrimonio o della luna di miele: il servizio fotografico e’ riservato agli sposi.

La tendenza arriva dall’
Inghilterra: a Manchester e Bucinghamshire, dove Alexandra Burns ha i suoi atelier di fotografia, si realizzano scatti sexy di spose che vogliono donare ai loro mariti una testimonianza del loro amore. Lefuture spose mostrano cosi’ il loro lato sensuale, in un servizio fotografico degno delle migliori star.

Alexandra Burns si dedica cosi’ ai matrimoni, con fotografie davvero molto particolari: non le classiche da matrimonio, ma qualcosa di piu’ piccante da condividere in coppia.

Via Stylosophy



L’abito da sposa? Di seconda mano Cade un tabù
10 agosto 2009, 14:00
Filed under: curiosità, web | Tag: , , , ,
Abiti Allure su PreOwnedWeddingDresses

Abiti Allure su PreOwnedWeddingDresses

Nel film Se scappi ti sposo una venditrice di abiti nuziali esorta Julia Roberts, al quarto tentativo di matrimonio, a non spendere troppo per il suo abito: perché buttar via tutti quei soldi per dieci minuti di gloria? Parole sante. Sposarsi è un investimento e l’abito da sposa è una delle voci più costose, nonché passive. Dunque, fermo restando certe esigenze per quel che riguarda modello, tessuto e colore, non si è più disposti a spendere un capitale. E si può approfittare di chi rimette in circolazione il proprio vestito, già usato.

Cade un tabù, l’abito delle nozze non è più un reliquia da conservare nell’armadio per generazioni. Aumentano i divorzi e un amore finito è un motivo più che sufficiente per decidere di sbarazzarsi dell’ingombrante ricordo. A far cambiare idea alle ultime romantiche, comunque, ci pensa la recessione.

Chi sente la crisi approfitta del web. Acquirenti e venditori. Fra questi ultimi, le donne sposate alle quali non interessa più di tanto conservare l’abito nuziale nell’armadio, tanto più se possono guadagnarci qualcosa e ripagarsi, in parte, le spese. Si ricordano le emozioni nel giorno del matrimonio, per ricordare l’abito ci sono foto, video e, sempre più spesso, anche per quest’ultimi si tende al risparmio commissionandoli ad amici e parenti.

Non è cinismo, affermano le interessate, ma valore per la sostanza e praticità, forse anche altruismo perché ne approfittano le future spose per risparmiare. Poco importa se usato. Anche se i soldi da destinare all’abito sono pochi, le donne vogliono vivere da protagoniste il giorno della cerimonia: un vestito firmato di seconda mano risponde alle esigenze di vanità e risparmio.


La tendenza arriva dagli Stati Uniti. Ne ha parlato anche il quotidiano economico Wall Street Journal. E una signora di 38 anni, Josie Daga, ha creato il sito PreOwnedWeddingDresses.com dedicato alla compra-vendita di abiti da sposa.

L’idea è frutto della sua esperienza. E un po’ anche di una beffa del destino. Perché Josie, nel 1999, ha speso ben tremila dollari per acquistare il suo abito. Ma non ha potuto indossarlo perché gli è stato recapitato solo a matrimonio avvenuto. Il vestito non è stato più utile a nessuno, nemmeno alla figlia di Josie, causa differenza di taglia.

Prima, la signora ha cercato di venderlo a un negozio, senza successo. Poi si è rivolta al web ma sia su Craigslist che su eBay, racconta, è incappata solo in truffe. Ma siccome è un’esperta di marketing e pubblicità, ha pensato di far incontrare domanda e offerta su un sito tutto suo. Le inserzioni costano 25 dollari. Oggi se ne contano 2.360.

Un business di successo. Anche perché in vendita ci sono davvero abiti da sogno. E si può acquistare un Oscar de la Renta a 4.000 dollari invece che a 10.000. O un abito di Vera Wang, che a negozio costerebbe quasi 11 mila dollari e sul sito invece è in vendita a 6.350. O un Ralph Lauren per 1.000 dollari. Certo, i prezzi non sono economici. Ma pur sempre ridotti rispetto all’acquisto di un abito nuovo. Poi, se proprio ci si sente a disagio, si può sempre non dirlo a nessuno. La bella figura è assicurata. Per il tempo di un sì.

via Repubblica.it