Moda&Mood


If you speak fashion, you speak Italian
20 novembre 2009, 09:56
Filed under: eventi, fiere, moda | Tag: , , , , ,

If you speak fashion, you speak Italian“. E’ il cosiddetto payoff della nuova campagna promozionale realizzata dall’ICE, Istituto nazionale per il Commercio Estero, destinata a sostenere la moda italiana negli Stati Uniti, in seguito al ridimensionamento dei fatturati globali registrati da aziende dell’abbigliamento, degli accessori, dei gioielli Made in Italy. A presentare l’iniziativa avviata lo scorso ottobre, sono stati il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola e il Presidente dell’Ice Umberto Vattani, nel corso di una manifestazione che si è svolta all’ Hearst Building di New York, davanti a centinaia di ospiti italiani ed americani. L’Ice, su incarico del Ministero dello Sviluppo Economico, ha, infatti, elaborato un progetto molto articolato a sostegno del settore, che ha come target prioritario le catene al dettaglio indipendente statunitensi ed il consumatore finale. Così, si promuoveranno le missioni dei principali buyer indipendenti americani alle più importanti rassegne fieristiche italiane del settore e le visite ai distretti industriali.

via dellamoda



Marry Me, collezioni Maestrami alla Fiera degli Sposi di Bolzano
15 novembre 2009, 09:37
Filed under: eventi, fiere, MAESTRAMI HOME PAGE, moda, viaggi | Tag: , , , , ,

marry meConfezioni Baratto, storico retailer delle collezioni Maestrami a Lavis, partecipa questo fine settimana alla terza edizione di Marry Me , il 14 e il 15 novembre, nel Castel Mareccio di Bolzano. Il programma della fiera degli sposi prevede una sfilata di moda domenica sera e premi in palio per i visitatori. Castel Mareccio offre una cornice suggestiva a 30 espositori, che  estendendosi su 3 piani espongono i loro prodotti e servizi inerenti alla giornata più bella della vita di una coppia. I visitatori possono toccare con mano, fissare appuntamenti, assaggiare piatti e stuzzichini, prendere parte al backstage di sfilate di moda e scegliere più chiaramente come organizzare il coronamento del proprio sogno. L’esposizione raggruppa in un solo posto diversi espositori di diverse categorie, fra i quali anche gli abiti da cerimonia firmati Maestrami, offrendo agli interessati preziosi consigli per la loro pianificazione, evitando così corse inutili.

via maestrami



Anche l’arredamento è vintage, ritorna il pied-de-poule
29 ottobre 2009, 12:27
Filed under: arredamento, design, fiere, tendenze | Tag: , , , , ,

pijamaMicro e macro, l’intramontabile black&white del pied-de-poule (letteralmente “zampa di gallina”) è tornato da protagonista sulle passerelle di questo autunno-inverno 2009-2010 e nel design per interni. Curve rétro per la cassettiera “trip trumeau” di Seletti, abbinabile alla kadrega pieghevole di metallo con seduta stampata effetto tessuto, presentate al Macef, il Salone Internazionale della Casa, fiera dei prodotti per la casa e gli articoli da regalo. “Lady” è la poltrona con i piedini in alluminio verniciato e rivestimento in tessuto di Arflex, in pendant con il tappeto in lana o seta di Nodus. Anche il bagno cambia d’abito, rivestito con le piastrelle pied-de-poule di Bisazza (a partire da 200 euro al mq). E quando il computer portatile va in modalità sleep, è il caso di mettergli un Pijiama, una busta di lana con chiusura di sicurezza in velcro, disponibile in tante fantasie e colori, incluso il pied-de-poule.

via grazia



Day Spa, pausa pranzo alle terme
27 ottobre 2009, 13:57
Filed under: fiere, tendenze | Tag: , , ,

Una brutta giornata, chiuso in casa a pensare, non c’è via di scampo… quasi quasi mi faccio uno shampoo“. Forse la Milano di Gaber non offriva davvero più di una bella insaponata casalinga in termini di «wellness». I milanesi di oggi invece, nei giorni uggiosi e freddi come questi possono contare addirittura sull’opzione terme. Di quelle serie, con acqua termale vera e tutti i crismi del benessere di ultima generazione. Tipo: cascate a intensità differenziata, idrogetti a muro, vasche con musica subacquea, fanghi, hammam, stube, biosaune, percorso Kneipp. E il tutto senza nemmeno tirar fuori l’auto dal garage. In centro, insomma, e praticamente sopra una stazione della metropolitana. Parliamo di TermeMilano, fiore all’occhiello del fenomeno-boom di questi anni, le Day Spa, posti in cui si può ricercare la «Salutem Per Aquam», cioè passare le acque, senza per forza aver la carta d’argento, dover lasciare la città e spendere troppo in termini di tempo e di denaro. Sarà per questo che il fenomeno è la punta di diamante dell’unico settore dove, in tempi di geremiadi globali, nessuno piange. Perché non ne ha il tempo, preso com’è ad aprire nuovi centri e mettere a punto nuovi trattamenti e nuove idee. Questo mondo – l’unico – che fa fatturati a due cifre con il più davanti, da oggi al 27 ottobre si incontra alla Fiera di Milano per la «Wellness Spa & Beauty Exhibition», salone dell’industria del benessere che presenta in anteprima le tendenze dei settori legati a benessere e bellezza. Qui si apprende che quasi 20 milioni di persone ogni anno frequentano in Italia centri come questi muovendo un fatturato di oltre 10 miliardi. Di qui il successo delle Day spa – raggiungibili senza dover prender ferie, prima o dopo il lavoro o in un giorno solo del weekend – che ha raggiunto in Italia le 632 unità di cui 73 solo in provincia di Milano. Come funzionano? Che ci si va con meno roba di quella che si porta per un’ora di piscina. Niente accappatoio, ciabatte, asciugamano, shampoo e lozione per il corpo. Ti danno tutto loro, si porta solo il costumino, che in fondo sta pure in una tasca. Aperte 7 giorni su 7, dalle 10 del mattino alle dieci della sera, 40 euro per entrare compreso un pasto «di benessere», frutta, verdura, yogurt, tisane, tè.

via lastampa



Recession Design, mobili da autocostruire
22 ottobre 2009, 11:29
Filed under: arredamento, design, fiere, illuminazione | Tag: , , , ,

Tre dadi, venticinque centimetri di tubo cromato, una lampadina, due listelli di legno. Più una spina elettrica e minuteria metallica. E’ quello che serve per fare la lampada “L.4”, uno dei quattordici arredi fai da te che Recession Design ha presentato al Vienna Design Week di ottobre. Fatti di materiali facilmente reperibili nei centri di bricolage, i mobili contro il carovita si costruiscono con attrezzi alla portata di tutti. Le istruzioni, illustrate, si stampano invece dal sito recessiondesign.org . A promuovere l’iniziativa è lo studio di architettura milanese Pop Solid, che ha chiamato a collaborare diciotto professionisti giovani. Per lo più italiani, ma anche da Giappone, Spagna, Portogallo e Serbia. Le direttive: “Un design pulito ma non banale. Essenziale senza essere povero“. Nella storia del progetto i precedenti non mancano. Tra i più illuminanti, i “Memorabili” concepiti negli anni Settanta da Enzo Mari per Simon International di Dino Gavina. Fatti di semplici assi di legno, erano accompagnati da un manuale di istruzioni. La licenza, in anticipo di tre decadi sullo spirito Creative Commons, recitava: “Simon International ed Enzo Mari autorizzano ogni persona a fabbricarsi i modelli qui presentati per uso proprio”. Come nel caso di Recession Design, il fine era democratico: “I ricchi devono essere liberati dal kitsch per ricchi. I poveri dal kitsch per poveri“.

via iodonna



Bicicletta: benessere con glamour vintage
30 settembre 2009, 11:08
Filed under: curiosità, design, fiere, lusso | Tag: , , , , ,
Velocità urbana by Milani

Una pedalata in bicicletta è l’antidoto più efficace contro lo stress. Lo affermano 4 psicologi su 10, secondo uno studio condotto dall’Associazione «Donne e qualità della vita», illustrato in occasione di Eicma 2009, il Salone internazionale dedicato alle due ruote a pedale, alla Nuova Fiera di Milano-Rho. Sempre secondo lo studio, l’esatto opposto della bicicletta sarebbe l’auto. Ore in mezzo al traffico favoriscono l’aggressività, e a rimetterci è anche la coppia. Il 40% del campione sostiene che le liti peggiori tra coniugi o fidanzati si verificano in macchina. Oltre al dato di fatto che troppe ore al volante non aiutano la forma fisica. E per chi non vuole rinunciare a un tocco glamour, lo storico marchio Milani Cycles Factory propone la bicicletta “Velocità Urbana”, inserita nella collezione Vintage. Unendo classicità e sportività, reinterpreta con gusto i modelli anni ’50 ed è costruita artigianalmente in acciaio al cromo-molibdeno. Tre i colori disponibili: burgundi, blu e salvia.

via webluxe



Vicenzaoro Choice, la crisi in cifre
16 settembre 2009, 15:30
Filed under: eventi, fiere, lusso | Tag: , , , ,
Vicenzaoro Choice

Vicenzaoro Choice

E’ stato inaugurato sabato il Vicenzaoro Choice, la mostra internazionale di oreficeria, gioielleria e oggetti molto preziosi promossa dalla Fiera di Vicenza, al quale hanno preso parte 1400 espositori provenienti da ben 30 paesi che hanno occupato ben 53 metri quadri.

Un grande appuntamento con il gioiello grazie a tutti quegli operatori ce si sono dati appuntamento a Vicenza per verificare, tra speranze e timori, l’effettivo stato di salute del mercato. Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato il Vice Ministro allo Sviluppo Economico con delega al Commercio Estero, on. Adolfo Urso, il Sindaco di Vicenza Achille Variati e il Presidente della Camera Nazionale della Moda italiana, Cav. Mario Boselli.

Il Presidente della Fiera di Vicenza, Dino Menarin, ha approfittato di questo momento per tracciare il quadro dell’andamento del settore che a livello a mondiale sta subendo le conseguenze della recessione. Secondo i dati del World Gold Council, la domanda di oro registrata nel 2009 è stata di 852 tonnellate contro 1136 del primo semestre del 2008, registrando quindi una diminuzione del 25%.

Come vi è già noto la Cina è l’unico mercato in crescita, mentre in India tradizionalmente il più grande mercato del mondo, la domanda totale di oro è scesa dell’83%, nel Medio oriente invece del 26%. Anche l’Italia non sta affatto messa bene, la produzione di oreficeria ha accusato un calo del 32% rispetto allo scorso anno. Di questo e di molto altro si p già parlato e si continuerà a discutere nei workshop organizzati durante le giornate di salone. [Danila Tarantino]

Via MyLuxury