Moda&Mood


Day Spa, pausa pranzo alle terme
27 ottobre 2009, 13:57
Filed under: fiere, tendenze | Tag: , , ,

Una brutta giornata, chiuso in casa a pensare, non c’è via di scampo… quasi quasi mi faccio uno shampoo“. Forse la Milano di Gaber non offriva davvero più di una bella insaponata casalinga in termini di «wellness». I milanesi di oggi invece, nei giorni uggiosi e freddi come questi possono contare addirittura sull’opzione terme. Di quelle serie, con acqua termale vera e tutti i crismi del benessere di ultima generazione. Tipo: cascate a intensità differenziata, idrogetti a muro, vasche con musica subacquea, fanghi, hammam, stube, biosaune, percorso Kneipp. E il tutto senza nemmeno tirar fuori l’auto dal garage. In centro, insomma, e praticamente sopra una stazione della metropolitana. Parliamo di TermeMilano, fiore all’occhiello del fenomeno-boom di questi anni, le Day Spa, posti in cui si può ricercare la «Salutem Per Aquam», cioè passare le acque, senza per forza aver la carta d’argento, dover lasciare la città e spendere troppo in termini di tempo e di denaro. Sarà per questo che il fenomeno è la punta di diamante dell’unico settore dove, in tempi di geremiadi globali, nessuno piange. Perché non ne ha il tempo, preso com’è ad aprire nuovi centri e mettere a punto nuovi trattamenti e nuove idee. Questo mondo – l’unico – che fa fatturati a due cifre con il più davanti, da oggi al 27 ottobre si incontra alla Fiera di Milano per la «Wellness Spa & Beauty Exhibition», salone dell’industria del benessere che presenta in anteprima le tendenze dei settori legati a benessere e bellezza. Qui si apprende che quasi 20 milioni di persone ogni anno frequentano in Italia centri come questi muovendo un fatturato di oltre 10 miliardi. Di qui il successo delle Day spa – raggiungibili senza dover prender ferie, prima o dopo il lavoro o in un giorno solo del weekend – che ha raggiunto in Italia le 632 unità di cui 73 solo in provincia di Milano. Come funzionano? Che ci si va con meno roba di quella che si porta per un’ora di piscina. Niente accappatoio, ciabatte, asciugamano, shampoo e lozione per il corpo. Ti danno tutto loro, si porta solo il costumino, che in fondo sta pure in una tasca. Aperte 7 giorni su 7, dalle 10 del mattino alle dieci della sera, 40 euro per entrare compreso un pasto «di benessere», frutta, verdura, yogurt, tisane, tè.

via lastampa

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: